Le tecnologie avanzano ed i mercati immaginano nuovi scenari per la promozione immobiliare. Secondo gli ultimi dati di Superdata, il solo mercato della realtà aumentata riceverà entro fine anno ben $1.9 miliardi in investimenti. Google ha da poco presentato Duplex, una intelligenza artificiale in grado di effettuare chiamate telefoniche. E ancora: la californiana Cazza Construction a cui è appena stata commissionata la costruzione del primo grattacielo in 3D della storia a Dubai.

Insomma le tecnologie avanzano ed è lecito chiedersi: come sta cambiando la promozione immobiliare in un contesto del genere? Quali sono i nuovi strumenti che aiuteranno l’Agente Immobiliare a spingere la promozione dell’immobile? Ce lo raccontano i player di mercato.

Indice
–> Geomarketing e Local SEO
–> Analytics e Heat Maps, la targetizzazione perfetta
–> Multicanalità: la chiave della visibilità
–> Il ritorno a sorpresa dell’SMS marketing
–> Stupire con la Realtà Aumentata

Geomarketing e Local SEO

«Il modo di fare marketing nel residenziale è cambiato. Ci rivolgiamo sempre più a una clientela ben identificata, anche di prossimità» spiega Giuseppe Pizzuti di BNP Paribas Real Estate.

Il riferimento è chiaramente a tutte le nuove possibilità di Geomarketing e Local SEO , che permettono, grazie all’interpretazione di grandi quantità di dati, di geolocalizzare i clienti e classificarli per diversi parametri a scelta come sesso, età, grado di istruzione e reddito, al fine di targetizzare al meglio gli annunci immobiliari. Nell’articolo Local SEO immobiliare: 3 attività per sfruttarla al meglio ne abbiamo già parlato.

Analytics e Heat Maps, la targetizzazione perfetta

D’altronde, grazie alla precisione dei nuovi collettori di dati, come Facebook ed Analytics, è oggi possibile targetizzare gli annunci molto meglio rispetto alla carta stampata. Strumenti come le heat maps permettono addirittura di rivedere, in replay, i singoli movimenti degli utenti, e capire dove la maggior parte di essi pone l’attenzione all’interno di un annuncio.

«Anche se molti strumenti del passato in questi anni hanno subito un calo dei relativi investimenti scendendo a circa il 15% sul budget totale di spesa, Gabetti sta testando una piattaforma digitale di proximity marketing per pianificare campagne advertising tali da intercettare l’audience nel territorio dell’agenzia o dell’immobile» affermano dalla società.

Come cambia quindi nel concreto la promozione immobiliare? Beh, se in passato il marketing immobiliare creava annunci immobiliari che avrebbero cercato fortuna tra le pagine di qualche quotidiano più o meno locale, ora invece è possibile mirare ad uno specifico target, o addirittura cluster, e, raccogliendo i feedback silenziosi degli utenti come click, scroll di pagina e movimenti del mouse, modificando l’annuncio in corso d’opera per aumentarne le performance.

Multicanalità: la chiave della visibilità

«Bisogna essere aggiornati con le novità provenienti dall’online marketing e su questo punto E&V sta investendo molto sia nella ricerca che nello sviluppo di nuovi software» sostiene Engel & Völkers.

«Il nostro obiettivo è generare valore alle agenzie affiliate del Gruppo grazie a una strategia che risponde alle più recenti evoluzioni della multicanalità» afferma Paolo Cavuoto del gruppo Tecnocasa.

Premessa l’importanza di integrare anche gli strumenti offline (qui ne parliamo con Gerardo Paterna), bisogna tener conto della continua evoluzione del flusso di traffico dei propri potenziali clienti e, come rimarcava Cavuoto, riconoscere l’importanza della multicanalità. Non solo email, MLS o Facebook. Snapchat e Instagram, per esempio, si sono imposte come piattaforme ideali per per raggiungere il target Millennials, ormai in fuga in massa da un Facebook troppo affollato di parenti e genitori. In particolare Instagram, con il suo taglio prettamente visivo, può essere una vetrina molto importante per la promozione di immobili e servizi da parte delle agenzie immobiliari.

Il ritorno a sorpresa dell’SMS marketing

Parlavamo prima di integrazione con strumenti offline per il marketing immobiliare. Ebbene gli ultimi dati ci dicono che, nell’affollamento del Web, gli SMS stanno tornando molto efficaci ai fini della promozione immobiliare. Quasi il 100% degli SMS viene aperto ed il 98% viene letto, ovvero non vengono eliminati immediatamente dopo l’apertura, e si stima che tutto ciò accada entro 15 minuti dall’avvenuto invio.

D’altronde ricercare informazioni nel web è diventata ormai un’attività molto stressante data la quantità di distrazioni creata ad hoc dai marketers per catturare l’attenzione degli utenti e sono già in atto migrazioni offline spinte dalla volontà di “disintossicarsi”. Se poi aggiungiamo il fatto che gli SMS sono ormai uno strumento di comunicazione talmente occasionale che perfino gli operatori telefonici stanno iniziando ad ometterlo dalle offerte mobile, è chiaro che riceverne uno è ormai considerato un evento, un po come ricevere una lettera di vendita.

Stupire con la Realtà Aumentata

Un altro forte trend degli ultimi anni, e di cui abbiamo già parlato nel nostro blog intervistando Edoardo Ribichesu di Realisti.co, è quello della realtà aumentata. La moderna promozione immobiliare passa anche da qui.

Immagina un cliente che segue più di quattro o cinque annunci. Scegliere tra così tanti immobili non è facile, soprattutto se locati in zone diverse, magari distanti tra loro. Perché allora perdere tempo, e farne perdere agli agenti immobiliari, visitando tutti gli immobili uno ad uno? O peggio: perché rischiare che il cliente scarti a priori una determinata proposta perché sprovvista di strumenti che permettono di approfondire meglio un’offerta? Con tecnologie come l’AR (Augmented Reality), il cliente potrà farsi un’idea migliore di cosa scartare e cosa visitare direttamente dal Pc di casa, migliorando inoltre la qualità dei lead che convogliano agli agenti immobiliari.

Non a caso, dalle parole di Giuseppe Crupi, Ad di AbitareCo, emerge la potenzialità esperienziale ed interattiva delle nuove tecnologie IT che permettono di coinvolgere i sensi in maniera più intensa e creare emozioni:

«Il progresso della tecnologia farà fare un salto in avanti agli strumenti oggi adottati, soprattutto in relazione alla presentazione del prodotto. Crescerà il processo di interattività multicanale grazie alle presentazioni in 3D e alla realtà aumentata, sempre più emozionali».

Insomma: sempre più strumenti e sempre più canali danno continuamente forma ad un mercato in continuo movimento ed una promozione immobiliare moderna e accattivante richiede agli agenti immobiliari di rimanere aggiornati con i nuovi trend e tecnologie. Aggiornamento che è diventato una vera priorità, come abbiamo appena visto, per i maggiori operatori del settore.

Anche il personal branding immobiliare è cambiato. Con WeAgentz oggi hai a disposizione una piattaforma in cui puoi parlare di te e valorizzare le tue competenze e professionalità come Agente Immobiliare. Crea il tuo Profilo Agente su WeAgentz! E’ gratis.

Scopri come funziona

Per approfondire la moderna promozione immobiliare in Italia:

Fonte: Il Sole 24 Ore

Condividi questo articolo per migliorare il lavoro dei tuoi colleghi: