Quanti di voi prima d’ora si sono dedicati a pianificare le strategie di comunicazione immobiliare della propria agenzia? Sicuramente sono poche le mani alzate. Nonostante ciò, un buon piano di comunicazione immobiliare è fondamentale in un settore come il real estate, in cui la concorrenza è elevata, e ottenere l’attenzione di possibili compratori o venditori è davvero difficile, soprattutto in un periodo asfittico come quello che dura ormai da alcuni anni.

Malgrado non abbiate alzato la mano, siamo sicuri sappiate quanto sia importante pianificare la strategia di comunicazione immobiliare per la vostra agenzia, ma allora cosa vi impedisce di farlo? La mancanza di tempo? La carenza di competenze? Il budget? O tutte e 3 queste componenti?

Pianificare la vostra strategia di comunicazione immobiliare potrebbe richiedervi ingenti somme di denaro, proprio per questo non dovete sprecare questi soldi in volantini, biglietti da visita, sito web (qui un nostro articolo dedicato al tema: Aggiungere valore al sito web di un’agenzia immobiliare), social media ed altri prodotti, senza prima pensare a come dare un senso logico alle vostre azioni. Perciò abbiamo deciso di aiutarvi nella vostra strategia di comunicazione immobiliare, adottando le giuste strategie che vi permettano di evitare un inutile sperperio di denaro.

Partiamo dal fatto che ormai un piano di comunicazione immobiliare non può più essere attivata solo con strumenti tradizionali, come la pubblicità radiofonica e quella cartacea, ma è necessario integrarla ad esempio con nuove strategie di social media marketing.

Nel pianificare la vostra strategia di comunicazione immobiliare dovete però tener conto che quello che è efficace offline, può non esserlo online, infatti la chiave per gestire con successo le attività di marketing è quella di attivare una strategia di comunicazione immobiliare che integri i vari canali pubblicitari del proprio brand immobiliare.

Vediamo ora più nel dettaglio quali sono i principali step da seguire per mettere in piedi delle funzionali attività di comunicazione immobiliare.

Non sei ancora iscritto a WeAgentz? Iscriviti ora e crea il tuo Profilo Agente per migliorare la tua reputazione online, grazie all’unica piattaforma in Italia completamente dedicata agli agenti immobiliari.

 

Segmentazione

Siete sicuri di aver ben chiaro chi siano i vostri clienti target? Questi non possono essere compratori o venditori qualsiasi, ma devono avere delle caratteristiche che rispecchino le vostre qualità. Ciò significa che dovete restringere il vostro target, segmentandolo in base a delle caratteristiche specifiche che vi permettano di definire una copy strategy il più adatta possibile alla fetta di mercato di compratori e venditori a cui fate riferimento.

Vi forniamo alcuni esempi di parametri da utilizzare per segmentare il vostro mercato:

demografici (reddito, religione, età, sesso…);
geografici (città, quartiere..);
psicografici (proprietari di animali, con amici o familiari già residenti nel quartiere…).

Questa segmentazione, vi aiuterà anche a capire quali sono i clienti che potete raggiungere tramite Facebook, Twitter o LinkedIn, o tramite una più tradizionale inserzione su un quotidiano locale.

Definizione dell’obiettivo

Una volta segmentata la vostra clientela, dovete definire gli obiettivi della vostra comunicazione immobiliare. Per farlo dovrete fare in modo che essa rispetti i seguenti principi.

> Specifico

Quando costruite un piano di comunicazione immobiliare per la vostra agenzia, dovete anche definire gli obiettivi che volete raggiungere alla fine dell’anno dopo averlo messa in pratica. Immaginate di avere a disposizione un determinato budget da spendere per comprare una macchina, logicamente non comprerete la prima macchina che vi passa davanti, ma la comprerete a seconda di ciò che volete dalla macchina, che sia veloce, che consumi poco, che duri a lungo, ecc. E’ proprio quest’ottica che dovete adottare nella comunicazione immobiliare: ad esempio, volete ampliare la vostra clientela o volete fidelizzare quella già esistente?

> Misurabile

Assicuratevi che gli obiettivi della vostra comunicazione immobiliare siano misurabili. Non basta dire “voglio aumentare la mia clientela”, sì certo, questo è un inizio ma non è un obiettivo vero e proprio, proprio perché non misurabile. Decidere di aumentare da 500 a 560 clienti alla fine dell’anno, è un obiettivo vero e proprio in quanto sapete che dovrete ottenere una media di 5 nuovi clienti al mese.

> Raggiungibile

Siate obiettivi, se in 5 anni avete raggiunto 100 clienti, non potete aspettarvi di raggiungerne 250 in un solo anno. Definite una comunicazione immobiliare che sapete sia effettivamente raggiungibile. Ma attenzione, questo non significa che non dobbiate puntare in alto o fare delle previsione ottimistiche, è sufficiente solo essere realisti. Non raggiungere un obiettivo perché troppo ambizioso può portare a delle crisi di autostima, e conosciamo agenti che hanno smesso di pianificare proprio per le insoddisfazioni date dai loro piani. Non fate lo stesso errore, siate onesti con voi stessi.

> Rilevante

Quando definite un obiettivo, pensate bene a come raggiungerlo, non ha senso voler ampliare la propria clientela se non mettete in atto attività di conversione dei lead che vi diano la possibilità di raggiungere l’obiettivo prefissato. Una strategia di comunicazione immobiliare non deve prevedere solo la definizione di un obiettivo, ma con esso anche la strategia necessaria a raggiungerlo.

> Limitato nel tempo

L’obiettivo finale del vostro piano di comunicazione immobiliare va raggiunto passo passo, dopo il superamento di obiettivi intermedi, solo così potrete sapere quando dover avviare una certa attività piuttosto che un’altra, che si tratti di campagne pubblicitarie sui social network o di un questionario da sottoporre ai vostri contatti.

Creazione del contenuto

Consistenza, chiarezza ed irresistibilità, queste tre parole dovrebbero essere le vostre linee guida per creare contenuti che siano adattabili ad ogni canale e che allo stesso tempo mantengano le caratteristiche tipiche della vostra agenzia immobiliare. Perciò assicuratevi che il vostro messaggio sia chiaro e spinga all’azione i vostri utenti target, indifferentemente dal canale sul quale viaggerà.

Comunicazione

Una volta segmentato il vostro mercato e definiti i vostri obiettivi, dovrete individuare quali canali sono più indicati ad avviare una comunicazione immobiliare che si adatti ai diversi target. Questo però non significa utilizzare tutti i canali da voi presidiati, infatti ciò porterebbe solo un inutile spreco di risorse e non vi farebbe raggiungere i destinatari della vostra comunicazione immobiliare nella maniera più efficace e performante.

Una volta definito il canale, sarà molto più facile creare i messaggi che meglio si adattino per raggiungere i vostri lead. Ad esempio, se i vostri clienti interagiscono principalmente su piattaforme sociali, più il testo del messaggio sarà sintetico e d’impatto, più sarà efficace; dall’altro lato, nel caso il vostro segmento target di tenza sia più attivo con gli strumenti più tradizionali come email e giornali, allora potrete permettervi di scrivere un messaggio ben più esteso e prolisso.

Monitoraggio

Non potete gestire né tanto meno migliorare ciò che non monitorate, e questo vale anche per gli obiettivi della vostra comunicazione immobiliare. Utilizzate Google Analytics e seguite da vicino le vostre campagne per verificare se sono performanti o meno, non ha senso continuare la propria campagna su un canale se questa non sta dando i risultati sperati.

Nel caso non stiate raggiungendo l’obiettivo prefissato, provate a fare dei test su alcuni elementi delle vostre campagne, ad esempio potete modificare l’oggetto delle vostre newsletter, utilizzare titoli più accattivanti nelle pubblicità di Facebook o immagini diverse all’interno dei contenuti che pubblicate sul vostro blog, ecc…

Conclusioni

Pianificare la propria comunicazione immobiliare non significa soltanto inviare messaggi appropriati per il vostro target, ma piuttosto inviare messaggi coerenti e coordinati tra i diversi canali utilizzati, in modo che la vostra agenzia, la vostra personalità ed il vostro brand siano riconoscibili dai clienti.

È per questo che dovete identificare i segmenti di pubblico ed i canali, così da poter misurare l’efficacia della vostra comunicazione immobiliare e poter apportare successivamente le modifiche necessarie. Solo in questo modo voi e la vostra agenzia immobiliare potete concentrarvi sulle aree in cui la vostra comunicazione è stata più efficace, rendendole così i vostri punti di forza.

Sei un agente immobiliare? Crea ora il tuo Profilo Agente su WeAgentz, è gratuito!

 
 
Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle strategie di comunicazione immobiliare più efficaci per la tua agenzia? Seguici su Facebook, Twitter LinkedIn.


Condividi questo articolo con i tuoi colleghi per migliorare il tuo lavoro e quello del tuo team.