Un condominio di lusso a Manhattan del valore di 30 milioni di dollari è appena stato abilitato alla tokenizzazione su Ethereum. Si tratta di uno dei primi casi al mondo di immobile su blockchain.

L’immobile ha un valore stimato di oltre 30 milioni di dollari e consiste, nello specifico, in 12 unità abitative della grandezza di 160 m² situate sulla tredicesima strada all’altezza dell’East Village.

Cosa significa tokenizzare un immobile

“Tokenizzare” è un anglicismo tecnico nel mondo blockchain che si riferisce al processo di far corrispondere ad un bene reale un proprio corrispondente digitale, il quale può essere scambiato agevolmente.

Tanto per intenderci, la tokenizzazione è un processo simile a quello che avviene in finanza con quella che viene definita “commoditizzazione” delle materie prime, come oro, mais, petrolio, le quali vengono quotate sui mercati per essere scambiate, e spesso fatte oggetto di speculazione.

leggi anche “Blockchain nel settore immobiliare: tutto ciò che devi sapere

Quali sono i vantaggi?

L’impossibilità di dividere una proprietà in tante piccole quote da vendere agli investitori è evidente. Mettere un immobile su blockchain può però abilitare questo questo processo.

Con la tokenizzazione, tanti piccoli investitori possono ora permettersi di investire in mercati che sarebbero altrimenti loro preclusi a causa degli elevati costi di entrata. Oggi blockchain permette di acquistare frazioni del valore di un immobile, senza dover necessariamente ricorrere ad un mutuo e quindi all’intermediazione delle banche. Per costruttori e broker, questa alternativa di finanziamento garantisce maggior flessibilità e afflusso di capitali nel breve termine, potenzialmente già durante i lavori.

“Il mercato newyorkese continua ad essere solido, ma allo stato attuale può volerci del tempo per vendere un nuovo immobile al prezzo che merita. Con la tokenizzazione su blockchain, siamo riusciti ad abbattere la pressione del sistema di finanziamento bancario tradizionale sugli investitori, rendendo più appetibile il progetto e tranquillizzando al contempo anche gli stakeholders.” sostiene il broker Ryan Serhant.

Serhant, autore di diversi libri e star del mercato immobiliare statunitense, è il broker a capo dell’operazione, in collaborazione con gli sviluppatori di Propellr e Fluidity.

“Le strutture e le organizzazioni che si celano dietro ai finanziamenti non sono cambiate granché con il passare del tempo. Oggi grazie alla blockchain è possibile dare vita ad un ecosistema trasparente e trustless può iniziare a risolvere diversi problemi, come quelli che ostacolano l’affluire di liquidità nel mercato. Con la nostra soluzione e grazie ai nostri partner e team di vendita vogliamo per prima questa evoluzione. Con la necessaria educazione e rispetto verso questa tecnologia e Il futuro delle tokenizzazioni si presenta più brillante che mai.” fa eco il CEO di Propellr Todd Lippiatt.

Restiamo quindi in attesa degli sviluppi del seeding e delle eventuali criticità che verranno rilevate in un modus operandi che promette di essere, in futuro, alla base di molte operazioni nel mercato immobiliare.

Parla di te. Valorizza le tue competenze, la tua professionalità ed i tuoi successi come Agente Immobiliare. Crea il tuo Profilo Agente su WeAgentz!

Scopri come funziona

Per approfondire il tema della tokenizzazione e lo specifico caso di immobile su blockchain a New York:

Fonte: Forbes

Condividi questo articolo per tenere informati i tuoi colleghi: