Se conducete, siete soci o dipendenti di una piccola agenzia immobiliare, può risultare difficile adottare le tecniche giuste per ottenere una presenza online che possa farvi trovare dai potenziali clienti. I più grandi imprenditori del settore tendono ad essere i più indicizzati nei motori di ricerca per via dei budget più cospicui a loro disposizione, aggiudicandosi una posizione migliore e dunque ritrovandosi in pole position per ottenere altri nuovi clienti.

Ciò nonostante, tramite una buona conoscenza del marketing online e delle migliori tecniche di web advertising anche gratuite attualmente disponibili, è possibile per qualsiasi professionista dell’immobiliare conquistare un posto al sole e guadagnarsi una buona o anche ottima presenza online. Seguite questi semplici consigli ed avrete buone chances si accrescere la vostra rete di lead nel breve, medio e lungo termine.

Non sei ancora iscritto a WeAgentz? Iscriviti ora e crea il tuo Profilo Agente per migliorare la tua reputazione online, grazie all’unica piattaforma in Italia completamente dedicata agli agenti immobiliari.

 

Portali di annunci

La presenza online della vostra agenzia, al giorno d’oggi e soprattutto in Italia, è un risultato che volente o nolente dipende dai portali di annunci immobiliari, nei quali le agenzie immobiliari “postano” gli immobili in vendita presenti nel proprio portafoglio. Inutile dire che i due/tre maggiori siti web per traffico ed accessi sono quelli in cui vale davvero la pena essere presenti per venire trovati da venditori e soprattutto acquirenti, secondo la regola non scritta del “se ci sei, esisti; se non ci sei, non esisti”.

Lasciando da parte la fattispecie di quale sia il migliore o il peggior portale, è ovvio che una buona visibilità dei propri immobili può essere meglio garantita dai maggiori portali a pagamento. Proprio così, non la visibilità della propria agenzia e del proprio marchio, ma quella dei propri immobili, in quanto i portali di annunci difficilmente si preoccupano di porre l’accento sulle competenze, le qualità e le specializzazioni dei professionisti. Vien da sé che di maggior qualità sono gli annunci pubblicizzati, più ricche e corrette le descrizioni, più accattivanti le fotografie, maggiori saranno le possibilità che i propri annunci immobiliari vengano consultati e che gli interessati possano contattare l’agente immobiliare.

In ogni caso sconsigliamo la pratica, non ancora del tutto estirpata fra gli agenti, di pubblicare i cosiddetti “annunci civetta” (ovvero che non corrispondono proprio alla realtà e che spesso pubblicizzano immobili inesistenti), capaci di generare una mole piuttosto fornita di contatti, ma la cui qualità è per forza di cose molto bassa. Il motto che ci sentiamo di raccomandare è quindi, come spesso ci capita di consigliarvi, “less is more”, ovvero meglio meno annunci, purché siano davvero reali e di qualità (i vostri clienti se ne accorgeranno senz’altro!).

In questo modo la vostra reputazione, sia quella online che quella offline, beneficerà della vostra correttezza e lealtà come veri professionisti immobiliari, e sarà capace di generare nuovi lead anche con il semplice passaparola e al di fuori del contesto degli annunci. Ed ecco che tramite i portali immobiliari riuscirete a conquistare un buon posizionamento, non solo per i vostri immobili, ma anche per voi stessi e il vostro brand.

Backlink di qualità

I backlink sono dei link su un altro sito web che rimandano al vostro website. Sono un indicatore utilizzato dai motori di ricerca (Google, Bing, Yahoo…) per valutare la rilevanza del vostro sito web e classificarvi in base a parole chiave specifiche. Sono ritenuti il quarto principale fattore per determinare il ranking nei motori di ricerca.

Ecco qui delle idee per costruire dei backlink di qualità per la vostra agenzia immobiliare:

> Sponsorizzate eventi locali

Questo vi darà notorietà sia online che offline, in quanto i siti web degli eventi sono solitamente dotati di link che rimandando al sito dello sponsor.

Diventate perciò membri di organizzazioni locali, come la Camera di Commercio, l’Avis, società sportive dilettantistiche: i siti web dei membri sono spesso collegati ai siti web dell’organizzazione.

I backlink vi aiuteranno a migliorare il vostro ranking, ma solo se di qualità. Evitate di mettere in atto schemi di condivisione reciproca di link con i vostri colleghi o amici, in quanto gli algoritmi dei motori di ricerca vi scoveranno e finirete per avere un effetto contrario a quello desiderato.

Ottimizzate il sito per i motori di ricerca

Il consiglio è quello di contattare qualcuno specializzato in SEO per migliorare il vostro sito web, ma nel frattempo vi forniamo delle idee da prendere in considerazione:

> Sito web mobile friendly

Google l’anno scorso iniziò ad usare il mobile friendly come uno dei parametri che definiscono il posizionamento del sito web. È facile capire perché: il compito di Google è quello di fornire risultati di qualità agli utenti del motore di ricerca, ed una quantità enorme di questi utenti effettua ricerche con il cellulare.

Oltre ad aiutare il vostro posizionamento sui motori di ricerca, essere mobile friendly è utile per migliorare l’esperienza dei clienti. Siti web mobile friendly sono ottimizzati per adattarsi al dispositivo mobile, ciò significa che sono più facili da navigare.

> Contenuti e parole chiave

I contenuti e le parole chiave svolgono due funzioni importanti: dicono a Google ciò di cui tratta il vostro sito web ed indirizzano il traffico utenti, tutto ciò in relazione alla qualità del contenuto.

Attenzione però a non utilizzare troppe parole chiave, ciò può far credere a Google che siate una sorta di spam, perciò vi posizionerà in fondo alla classifica. Utilizzate un linguaggio comune e frasi che i clienti tendano a digitare nella ricerca.

Il contenuto aiuta il vostro posizionamento se è originale e di qualità. Ciò significa che deve essere utile al vostro target e deve spingerlo a visitare il vostro sito web. Google analizza metriche quali il tempo che i visitatori trascorrono sul vostro sito web e la “frequenza di rimbalzo“.

Contenuti interessanti tengono i vostri lead target sul sito web per più tempo e migliorano le metriche analizzate da Google. Oltre a farvi trovare, il contenuto è un ottimo modo per mostrare la vostra esperienza. Provate ad individuare dei modi per distinguervi dagli altri, che si tratti di un blog, video, podcast, infografica, presentazioni Slideshare o una combinazione di questi.

La maggior parte delle piccole imprese immobiliari sono aziende localizzate, quindi è una buona idea avere una strategia basata su dei “contenuti locali” di particolare interesse per le persone che abitano nella vostra zona.

> Design del sito web ottimizzato

Il design del vostro sito web svolge un ruolo importante nell’indicizzazione del vostro sito sui motori di ricerca. Una navigazione facile e scorrevole rende i visitatori più propensi a rimanere sul sito e ad esplorarlo, mentre altri elementi di design caratterizzano la percezione di affidabilità del vostro sito.

Conclusione

Le piccole società immobiliari possono ottenere grandi risultati di posizionamento se seguono queste semplici strategie ed utilizzano questi strumenti, abbastanza semplici per qualsiasi professionista dell’immobiliare che voglia migliorare nel proprio settore senza investire budget esagerati.

Se avete dei dubbi, chiedete aiuto ad un professionista per sviluppare una miglior strategia di Online Marketing.

Sei un agente immobiliare? Crea ora il tuo Profilo Agente su WeAgentz, è gratuito!

 
 
Vuoi rimanere sempre aggiornato su come migliorare la presenza online della tua agenzia immobiliare? Seguici su Facebook, Twitter LinkedIn.


Condividi questo articolo con i tuoi colleghi per migliorare il tuo lavoro e quello del tuo team.