Perché rimanere ancorati a mercati limitati quando grazie ai più innovativi strumenti digitali si può arrivare “ovunque”? È proprio partendo da questo concetto, che gli esperti del settore immobiliare hanno iniziato un’analisi dettagliata circa tutte le possibili espansioni verso il mercato immobiliare estero.

Vendere casa all’estero nel 2021 si può? La risposta (e non solo) in questa lettura che ha come scopo quello di ampliare la tua fetta di mercato e darti le giuste chiavi per arrivare a conquistare la fiducia anche di chi non avresti mai osato immaginare.

Ti abbiamo già svelato alcuni segreti per vendere casa agli stranieri e di come raggiungere questo scopo tramite l’utilizzo della SEO multilingue. Se ti stai chiedendo come sia possibile vendere casa all’estero oggi, quali strumenti occorrono e tutto ciò che di diverso serva imparare, mettiti comodo: stiamo per iniziare.

Parla di te e valorizza le tue competenze. Crea il tuo Profilo Agente su WeAgentz!

Iscriviti ora

Vuoi aumentare il numero di clienti della tua agenzia immobiliare e ti serve una mano?

Clicca qui!

 

Per la stesura di una guida che fosse il più possibile esauriente, ci siamo inizialmente domandati di cosa avresti effettivamente bisogno per partire in questo viaggio potenzialmente senza confini. Sicuramente, di una serie di consigli pratici che ti aiuteranno a delineare con chiarezza quale business plan mettere in atto per approcciarti al mercato immobiliare estero.

 

Ampliare il proprio target di riferimento: partiamo dalle basi

Sappiamo perfettamente che tutta la tua attività si basa su relazioni costruite nel tempo, rapporti di fiducia con clienti inizialmente scettici e poi conquistati, passaparola positivo che ti ha condotto fino al target di clientela su cui oggi conti.

Attenzione: imparare a vendere casa agli stranieri non significa certamente abbandonare tutto questo; vorrà dire solo ampliare il proprio raggio d’azione e aggiungere più linfa al proprio business.

Dedicarsi ad una nuova branca, in questo caso il mercato estero, potrebbe essere un extra del tutto positivo per la tua attività.

Ci sarà da apportare senza dubbio delle modifiche a quello che generalmente sei abituato a fare, ma del resto un imprenditore di successo non ha paura di rischiare. E poi, chi lo ha detto che questi “nuovi” consigli non potrebbero essere anche applicati al tuo mercato di riferimento tradizionale?

Noi siamo convinti che ci sia più di qualcosa all’interno di questa lettura, che ti potrebbe tornare utile a prescindere.

Iniziamo da un dato assolutamente confortante: sempre più stranieri comprano in Italia. I singoli motivi del loro investimento potrebbero essere tra i più disparati e variare in base alla zona geografica dove scelgono di acquistare casa.

Molti europei, ad esempio, scelgono località turistiche come investimento per le vacanze, mentre sempre più americani (soprattutto over 60) decidono di comprare una seconda casa in Italia per trasferirsi in pianta stabile in vista o una volta ottenuto il pensionamento.

Ad ogni modo, puoi stare certo di una cosa: gli stranieri che comprano in Italia, ci sono, anzi sono sempre di più negli ultimi anni. Bisogna solo trovare il miglior modo per raggiungerli… e conquistarli!

 

Vendere casa all’estero: dalla teoria alla pratica

Dopo una doverosa premessa teorica per superare ipotetici scetticismi, è arrivato adesso il momento di entrare nel vivo e di svelare quale strategia potrebbe essere vincente per vendere casa agli stranieri.

Qui di seguito ti elenchiamo dei consigli preliminari, comprensivi di alcuni dati basilari da analizzare necessariamente prima di passare all’azione.

 

1. Analizza la tua zona di competenza

Sappi che ovunque si trovi la tua agenzia immobiliare, potresti possedere incarichi utili per arrivare al mercato estero.

Se stai pensando che gli stranieri cerchino solo ed esclusivamente location turistiche rinomate, luoghi “famosi”, sappi che ti sbagli di grosso.

Una masseria, un casolare di campagna, un appartamento in pieno centro, un baita in montagna oppure una villa in collina: ogni tipologia immobiliare potrebbe trovare il suo potenziale acquirente al di fuori dei confini nazionali, fidati.

 

2. Studia la concorrenza: i tuoi competitor come trattano l’argomento?

Lo sai benissimo, la concorrenza può spesso aiutare. Anche in questo caso, un’attenta analisi temporale circa il lavoro dei tuoi competitor riguardante il mercato estero, potrebbe essere per te una potente fonte di ispirazione.

Poiché probabilmente si tratterà di un’innovazione, o comunque di una scelta il controtendenza e minoranza rispetto ai colleghi della tua area d’appartenenza, non è assolutamente detto che qualcuno prima di te in zona ci abbia pensato, però è sempre meglio informarsi adeguatamente.

Qualora la tua concorrenza non ci sia ancora arrivata, prendine atto per differenziarti al meglio: offrire un servizio per primo, nel settore immobiliare, ti porterà un notevole vantaggio futuro, quando a farlo saranno in molti o tutti.

Qualora invece, altri colleghi stiano già avendo rapporti con il mercato immobiliare estero, allora guarda attentamente, studia e prendi nota. Questo aspetto sarà fondamentale in fase di azione per calibrare i passi da compiere.

 

3. Valuta le richieste immobiliari: reali e potenziali

Probabilmente, prima di pensare di vendere casa agli stranieri, non avevi mai analizzato quante reali e potenziali richieste la tua agenzia immobiliare potesse ricevere. Forse ti sarà anche capitato, in passato, di non dare troppo peso a quella email arrivata dall’investitore estero, poiché non possedevi i giusti strumenti per dare ad esso il seguito corretto. Magari ancora in realtà non ne hai mai ricevute, perché il tuo business è focalizzato su di un altro target, ma questo non esclude assolutamente il fatto di poter iniziare ad averne.

Hai preso il giusto tempo per raccogliere tutti i dati necessari? Perfetto, allora proseguiamo il nostro viaggio.

Parla di te e valorizza le tue competenze. Crea il tuo Profilo Agente su WeAgentz!

Iscriviti ora

 

Partiamo dagli occhi: qualità fotografica professionale, virtual tour e video immobiliari

Parlando di mercato estero, è chiaro che dovrai approcciarti in maniera differente al potenziale acquirente. Partire dagli occhi, sarà senz’altro fondamentale.

Iniziare col proporre delle fotografie professionali e di alta qualità, potrebbe certamente rivelarsi una carta vincente.

Ci si dovrà immedesimare nei panni di un possibile compratore che comodamente seduto a casa sua, magari a Berlino o New York, si imbatte nel tuo annuncio immobiliare.

Cosa penserebbe se guardasse lo scorrere di immagini di scarsa qualità? Certamente passerebbe oltre, fidati.

Partendo dal concetto che gli stranieri nel campo dell’immobiliare siano abituati già da diversi anni ad un approccio di qualità più elevata rispetto a quella nostrana (triste verità), una valida mossa potrebbe essere anche quella di avvalersi dei cosiddetti virtual tour immobiliari.

Cos’è un virtual tour? Grazie a questo strumento potrai far entrare letteralmente in casa i clienti. Le ultime tecnologie permettono di scattare delle foto a 360° che riescono ad accompagnare stanza per stanza chi le guarda. In questo modo si può dare un’idea assolutamente realistica della proposta immobiliare, evitando la possibilità di spiacevoli sviste o sorprese.

Video emozionali immobiliari: una nuova e dilagante tendenza nel campo, è quella relativa ai video immobiliari. Un vero e proprio tour, questa volta non fotografico, dove spesso è proprio il consulente immobiliare il protagonista in prima persona.

Naturalmente, con in video interamente girato ed editato all’interno dell’appartamento, l’agente immobiliare simulerà un vero e proprio appuntamento di visita per i propri spettatori.

Ricorda però che, trattandosi di mercato estero, il video in questo caso dovrà essere registrato interamente in inglese, altrimenti rischieresti di non attirare l’attenzione in maniera abbastanza soddisfacente e persuasiva.

Che ne pensi? Potrebbero essere dei suggerimenti validi anche per il tuo mercato di riferimento attuale?

 

Annunci immobiliari completi ed esaustivi: più del solito

Un’altro aspetto importante per chiunque decida di puntare al mercato estero, è quello dedicato agli annunci immobiliari.

Conoscerai certamente l’importanza che ha un annuncio immobiliare nel tuo lavoro. Benissimo, allora moltiplica esponenzialmente questo grado di importanza allargandone la risonanza al mercato estero.

Primo accorgimento: tutti gli annunci immobiliari che arriveranno dinanzi agli occhi dei potenziali acquirenti, dovranno essere anche in questo caso adeguatamente tradotti in lingua inglese. Qualora un potenziale cliente si dovesse ritrovare dinanzi un annuncio immobiliare in italiano, sappi che non avrebbe alcun interesse nel provvedere alla traduzione autonomamente.

I clienti vanno coccolati, sempre, soprattutto quelli che si trovano a distanza e che dovranno rimanere colpiti e interessati da ciò che propone la tua agenzia immobiliare.

Un segreto per rendere i tuoi annunci immobiliari più accattivanti, è quello di raccontare una storia.

In che senso?

Con questo concetto vogliamo puntare proprio su quello che rimarrà a chi ha letto il tuo annuncio. Gli stranieri che scelgono di investire nel mattone in Italia, lo fanno anche perché sono innamorati della nostra storia, della cultura, dei paesaggi e di tutto quello che lo stile di vita italiano rappresenta. È giusto allora fornire loro tutte le informazioni del caso, grazie ad una strategia di storytelling.

Racconta al meglio la zona nella quale si trova la proposta immobiliare, qualche curiosità interessante e pensa sempre che loro non sappiano assolutamente nulla del luogo. È bene quindi essere quanto più chiari e dettagliati possibile.

Vuoi aumentare il numero di clienti della tua agenzia immobiliare e ti serve una mano?

Clicca qui!

 

Scrivere un annuncio immobiliare in maniera esaustiva, non tralasciando gli aspetti più tecnici legati all’immobile, cercando quindi già in partenza di rispondere a possibili ed eventuali dubbi o domande, dimezzerà i possibili tempi di contatto e trattativa.

 

Vendere casa all’estero: come scegliere i portali immobiliari e i canali social

Dopo aver confezionato con cura il “prodotto da spedire” al mercato estero, è arrivato il momento di dedicarsi alla strategia di marketing immobiliare internazionale e la sponsorizzazione da attuare. Lo abbiamo in realtà in parte anticipato, ma è chiaro che il tuo approccio con il mercato immobiliare estero, sarà esclusivamente attraverso il web.

Come fare dunque a vendere casa all’esterno utilizzando il mondo digitale? In primis, dovrai armarti di uno strumento che in questo caso ti tornerà utilissimo, investire nelle sponsorizzate online.

Puoi scegliere la strada dei social network oppure quella di motori di ricerca come Google, ma sappi che l’obiettivo sarà quello di riuscire a raggiungere i potenziali acquirenti interessati.

Social network come Facebook, permettono agli imprenditori di fare un ottimo lavoro utilizzando proprio le campagne di marketing. Nello specifico, analizzando e studiando il potenziale target estero, potrai profilare in maniera mirata, creandoti il pubblico di riferimento al quale far arrivare le tue campagne. Puoi approfondire questi argomenti consultando le nostre guide di Facebook Ads e Linkedin Ads.

Ci vorrà senz’altro pratica, tempo, errori e investimento economico, ma il risultato sarà meraviglioso! Lo stesso discorso, o meglio un percorso similare, lo potrai fare con le campagne di Google Ads, sfruttando la visibilità degli annunci del tuo website immobiliare. Qualora scegliessi questa seconda strada, ricorda sempre che sarà opportuno avere il sito web già tradotto in lingua estera.

Per quanto riguarda i portali immobiliari: potrebbero senza dubbio esserti di grande aiuto, specie quelli specializzati nei target esteri.

In Italia gli agenti immobiliari abilitati sono ormai abituati a lavorare anche sfruttando la potenza dei portali immobiliari, per aumentare la visibilità aziendale e raccogliere una fetta più ampia di potenziali acquirenti.

Per quel che riguarda invece il mercato estero, le cose sono un tantino differenti. I portali immobiliari che si occupano di questo ci sono, ma ti consigliamo di utilizzarli con parsimonia. In tal senso, trattandosi di un contatto “particolare”, sarebbe bene non aggiungere ulteriori passaggi o intermediari al tuo risultato finale.

È per questo motivo che per completezza della conoscenza, noi ti sottolineiamo che esistono, ma starà poi a te valutarne l’efficacia reale.

 

Vendere casa all’estero, sì.. ma senza errori!

Come succede spesso a chi si approccia a delle novità professionali, commettere errori è la base per livellare l’esperienza e procedere in seguito alla grande.

In questo caso però, essendo tu un professionista del settore immobiliare, avendo già una reputazione aziendale da difendere quindi, dovresti commetterne il meno possibile.

Durante la lettura, ti abbiamo fornito degli spunti utili per approcciarti al mercato immobiliare estero ed ampliare così il tuo bacino di utenza.

Siamo certi del fatto che farai tesoro di questi consigli e che ben presto li metterai in pratica con successo.

In bocca al lupo!

Parla di te e valorizza le tue competenze. Crea il tuo Profilo Agente su WeAgentz!

Iscriviti ora

Vuoi aumentare il numero di clienti della tua agenzia immobiliare e ti serve una mano?

Clicca qui!

 

Francesco Patarchi

Founder di WeAgentz e consulente immobiliare
Marchigiano, di formazione umanistica, ha esercitato la professione di agente immobiliare in qualità di titolare di agenzia indipendente. Consulente tecnico specializzato in catasto, fiscalità immobiliare e topografia, è geometra abilitato e fondatore della piattaforma web per agenti immobiliari WeAgentz.
Ricopre inoltre i ruoli di Business Developer e Direttore Finanziario presso le aziende Adv Media Lab (nella quale conduce la Business Unit dedicata al settore immobiliare), Etnograph ed Italian Design Farm, infine è consulente immobiliare specializzato in tecnologie "digital" legate al mondo del real estate.
Linkedin - Facebook